In arrivo il Voucher 2022 per la Digitalizzazione 4.0

La Camera di Commercio di Firenze promuove la diffusione digitale e le tecnologie 4.0 tra le micro, piccole e medie imprese del territorio fiorentino, attraverso contributi per iniziative di digitalizzazione, anche orientate alla sostenibilità ambientale.
Le domande devono essere inoltrate dalle 10:00 del 18 maggio 2022 alle ore 17:00 del 31 maggio 2021 (salvo eventuale chiusura per esaurimento delle risorse disponibili). Le domande saranno valutate secondo l’ordine cronologico di invio.

Soggetti beneficiari
Le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze, e in regola con il pagamento del diritto annuale e con il DURC (obblighi previdenziali e assistenziali).

Risorse disponibili e finalità del disciplinare
Le risorse complessivamente a disposizione ammontano a 633.300 euro e sono riservate al sostegno economico per iniziative di digitalizzazione Impresa 4.0. Nello specifico, le risorse sono destinate all’acquisizione di servizi di consulenza e formazione e all’acquisto di beni e servizi strumentali. Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta. Le imprese a cui sono stati già erogati contributi col “Disciplinare voucher digitali I4.0 – annualità 2020 e/o 2021” della Camera di commercio non possono presentare domanda di agevolazione ai sensi del presente Bando.

Valore del voucher
Fino a 6.000 euro per impresa, nella misura del 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute, oltre la premialità di cui all’art. 4 del disciplinare, relativo al rating di legalità. L’investimento minimo deve superare i 3.000 euro. Non è previsto, invece, un tetto massimo di investimento, che viene lasciato alle stime della singola impresa.

Spese ammissibili
Servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 2 del Disciplinare, nella misura di almeno il 30%. Acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’articolo 2, comma 2 del Disciplinare, nel limite massimo del 70% dei costi ammissibili.
Tali spese devono essere riferite agli ambiti tecnologici di innovazione digitale Impresa 4.0 e dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’elenco 2. Almeno il 50% del costo totale di spesa deve essere direttamente imputabili alle tecnologie previste nell’Elenco 1.

Elenco 1: Utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi:
a) robotica avanzata e collaborativa
b) interfaccia uomo-macchina
c) manifattura additiva e stampa 3D
d) prototipazione rapida
e) internet delle cose e delle macchine
f) cloud, HPC – High Performance Computing, fog e quantum computing
g) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – Cyber Exposure Index, vulnerability assessment, penetration testing, etc)
h) big data e analytics
i) intelligenza artificiale
j) blockchain
k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
l) simulazione e sistemi cyberfisici
m) integrazione verticale e orizzontale
n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain
o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, come RFID, barcode, etc)

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
b) sistemi fintech
c) sistemi EDI, electronic data interchange
d) geolocalizzazione
e) tecnologie per l’in-store customer experience
f) system integration applicata all’automazione dei processi
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR)
h) programmi di digital marketing
i) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica
j) connettività a Banda Ultralarga
k) sistemi di e-commerce
l) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita

Le spese devono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 90° giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse.

Per ricevere il contributo, occorrerà rendicontare, e quindi pagare tutte le spese, entro e non oltre il 90° giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione della graduatoria delle domande ammesse.

Per informazioni: Camera di Commercio di Firenze

Recommended Posts