CAPS LOCK DAY

News

È successo a tutti.

Stai per entrare in un’area riservata sul tuo computer e il sistema non ti riconosce. La tua password non è valida. Ma come? Di certo, non l’ho cambiata io; e sono sicuro di averla digitata correttamente. Riprovo. *Invalid Password*. Riprovo, facendo molta attenzione ad ogni singolo carattere digitato. Niente. Poi, un’illuminazione. Il tasto delle maiuscole è BLOCCATO! Un’imprecazione, recitata a mente, un click per sbloccarlo e un’altra prova. Ok, era quello…

Tasto delle mAIUSCOLE BLOCCATE: MA DAVVERO HA UNA “GIORNATA MONDIALE” TUTTA DEDICATA?

La maggior parte delle giornate mondiali sono istituite per mettere in rilievo eventi di sensibilizzazione che hanno fatto la storia della civiltà e del progresso. E poi ne troviamo altre di carattere “ironico e leggero”; il Caps Lock Day è una di queste, ed è la ricorrenza di un tema che sta molto a cuore di tutte le figure che lavorano nell’ambito del marketing e dei social network.

Tutti sappiamo che il Caps Lock è il tasto che imposta la scrittura maiuscola, ma non tutti gli utenti del web sanno che, scrivendo sempre e solo in maiuscolo, trasmettono un messaggio che equivale ad URLARE.

Ed è così che un giorno Derek Arnold informatico americano, un po’ per l’esasperazione (ma anche un po’ per sdrammatizzare) delle innumerevoli mail, chat e social ricevute esclusivamente in maiuscolo, ha deciso che il 22 ottobre sarebbe stata la giornata del Caps Lock. Quindi, a questa data, si è aggiunta la ricorrenza del 28 giugno in memoria di Billy Mays, un presentatore di televendite molto noto in America, diventato famoso e molto amato per le sue stentoree performance “vocali”. Simpatico, ma rumoroso e, qualche volta imbarazzante e fuori luogo.

Nel mirino di questa giornata ci sono ovviamente coloro che (imperterriti o ignari della loro scrittura prepotente) non hanno ancora imparato il “linguaggio” di internet e la “netiquette”, dove il maiuscolo non è usato per fare chiarezza, ma per mostrare la propria irritazione od essere programmaticamente maleducati.

DOVE LA MAIUSCOLA È UTILE

Una password sicura deve essere lunga e composta da numeri, simboli e lettere, e potete sbizzarrirvi anche con l’inserimento di caratteri in MAIUSCOLO, percepiti dal sistema come lettere diverse, che vanno ad aumentare la complessità della paSsw0Rd in modo efficace e piuttosto semplice. E date sempre un’occhiata alla lucina sul tasto delle MAIUSCOLE. Se è accesa, l’errore è in agguato.

Condividi sui social:

Altri articoli

News

OPNA2023 – Napoli, 31 marzo 2023

GlobalNet, come associata ad Assoprovider, ha partecipato all’evento OPNA23, per discutere di 5G, IXP e Edge Computing, con particolare attenzione…

Scopri i nostri servizi