La digitalizzazione bancaria per le PMI italiane: con Qonto, aumenta il business

Nel 2020, il 95% delle imprese italiane sostiene di utilizzare strumenti e servizi digitali da prima della pandemia. Le imprese ritengono di avere un alto livello di digitalizzazione che, in alcuni casi, rispecchia veramente la loro condizione aziendale, mentre in altri casi la percezione di digitalizzazione risulta troppo alta rispetto alla realtà. Probabilmente, la verità sta nel mezzo: le aziende giovani e aperte nei confronti dell’innovazione hanno sempre creduto e investito nella digitalizzazione. Altre aziende invece sono state spinte solo dalla pandemia ad accelerare questo processo e non sempre in modo efficace.

Circa il 50% delle imprese afferma di aver destinato oltre il 30% del budget alla digitalizzazione, mentre il 40% ha dichiarato di averne destinato più del 10%. Per il 2021 è previsto un ulteriore aumento del processo di digitalizzazione, in favore dell’incremento della produttività aziendale e della maggiore competitività.

Quali sono i servizi che offrono i maggiori vantaggi? I servizi bancari, che possono essere completamente dematerializzati, come quelli di Qonto, una banca francese che offre un servizio finanziario totalmente digitale e rivolto a PMI e professionisti.

Un servizio specificamente rivolto ad aziende che hanno spostato online la loro attività, sfruttando le piattaforme e-commerce oppure hanno adottato servizi di marketing online, per affrontare la crisi causata dalla pandemia. Queste imprese stanno già accumulando vantaggio competitivo rispetto ad altre più restie nei confronti della digitalizzazione, circa il 38%, che vanno verso una perdita dei ricavi del 25%.

L’anno di pandemia ha aumentato l’utilizzo di strumenti digitali, a partire dalle videoconferenze, incentivati dalla facilità d’uso e dal risparmio di tempo e denaro. Un segno ben visibili di questo trend è il deciso aumento di aperture di conti business online, transazioni via web, utilizzo di carte di credito e di nuovi strumenti come le carte virtuali. Per questo, servono partner all’altezza.

Qonto è pronta perché è nata digitale: cresciuta notevolmente dal 2017, anno di fondazione, utilizza servizi elaborati specificamente per la tua PMI o il tuo studio professionale. Rivolgiti a GlobalNet e scopri come digitalizzare la tua azienda; anche dal punto di vista finanziario.

La sicurezza digitale della tua impresa? Dipende dalla tua fiducia

Il 2021 è l’anno della consapevolezza. Se fino a poco tempo fa le aziende erano restie a utilizzare nuove tecnologie, e la relativa sicurezza, oggi, sono molte quelle che hanno compreso l’importanza della protezione dei dati, la cui perdita, occultamento o danneggiamento sarebbe dannoso per il lavoro, sull’immediato, e sulla perdita della fiducia con i clienti, a tempo indeterminato.

Questa maggiore consapevolezza ha portato alla selezione di fornitori ed esperti del settore in grado accompagnare le imprese nella transizione digitale, fornendo basi solide, sistemi di backup e una protezione dei dati adeguata alla loro realtà. Sono il 55% delle aziende, ormai la maggioranza, ad aver compreso di poter contare su tutti i vantaggi della digitalizzazione, minimizzando i rischi.

Rischi che possono arrivare da qualunque parte: da un’app installata sul cellulare a programmi crackati sul computer; e l’abitudine di cliccare ovunque ci sia chiesto, accettando tutte le policy senza nemmeno leggerle, è un’esca fin troppo facile. In certi casi, il problema è la troppa fiducia.

Perché, allora, quando si tratta di proteggere la propria azienda o la propria rete, diventiamo diffidenti e dubitiamo dei servizi che ci garantirebbero una maggiore sicurezza oppure pensiamo di poterne fare a meno? Si tratta di un problema di fiducia, e non sono pochi coloro che si affidano a firewall e antivirus ultrasponsorizzati ma di modesta affidabilità.

Da sempre l’ignoto spaventa. E allora circondatevi di persone esperte, prodotti e servizi affidabili. GlobalNet è composta da specialisti che sapranno valutare e consigliarti al meglio su quale servizio o prodotto fa al caso tuo. È in gioco la sicurezza della tua azienda

Attenzione ai furbetti! Serietà e professionalità premiano sempre

Vi è mai capitato di dovervi rivolgere ad un tecnico per un guasto? Oppure di dover far sostituire un pezzo rotto? Sicuramente vi è successo. E vi è mai successo di esser raggirati pagando il doppio, se non il triplo, del prezzo reale? Spero proprio di no. Eppure questo succede continuamente; ecco qualche esempio.

Avete chiamato per un guasto alla caldaia; arriva un tecnico che sostiene di dover sostituire un pezzo rotto con uno nuovo. Vi fidate del tecnico e spendete per la sostituzione del pezzo 200 euro. Sul momento, non battete ciglio ma, dopo qualche settimana, facendo una ricerca su internet scoprite che il pezzo sostituito costa 40 euro. È lampante che siete stati raggirati.

Immaginate di aver portato la macchina dal meccanico per un controllo di routine, e vi presentano un elenco delle parti dell’auto usurate o difettose. Oppure un piccolo rumore si è trasformato “magicamente” in un serio danno alla sospensione. Il meccanico spara una cifra salata e a voi non resta che pagare e fidarvi. Successivamente vi rendete conto che quelle sostituzioni o riparazioni non erano necessarie e soprattutto non a quei prezzi. Anche in questo caso siete stati presi in giro.

Improvvisamente, il vostro hard disk smette di funzionare, oppure il vostro cellulare cade in terra e non si accende più. Cosa fate? Andate nel negozio più vicino, in preda all’agitazione, parlate con il tecnico di turno e gli dite se può riparare il più velocemente possibile l’hard disk o il cellulare. Soprattutto gli chiedete di recuperare tutti i dati che ci sono all’interno. Documenti importanti, foto, numeri di telefono, magari importanti documenti di lavoro: tutte cose a cui voi tenete come l’oro. Il tecnico scuotendo la testa vi dice che ci vorrà del tempo e farà il possibile per recuperare i dati, ma che sarà un lavorone. Non potendo fare altro, lasciate il “cadavere” e attendete il responso. Dopo almeno un mese di attesa il tecnico vi chiama dicendo che non è riuscito a recuperare un bel niente e che dovete passare a saldare il conto del lavoro. Vi arriva il salasso, perché il tecnico sostiene di aver dovuto fare peripezie nel tentativo di recuperare qualcosa. Pagate e tornate a casa a mani vuote, sconsolati e arrabbiati. Sapete come è andata veramente? Il vostro hard disk o cellulare non è mai stato toccato e il tecnico non ha fatto niente per tentare di recuperare i dati. Ha solo atteso il tempo utile per spillarvi più soldi possibili. Credetemi, succede; è successo anche a me.

I disonesti e i furbetti ci sono in tutti i settori, non importa cosa si guasti o si rompa. Per questo, vi consiglio di non farvi prendere dal panico: rivolgetevi ad esperti qualificati e chiedete anche più preventivi, per avere più riposte, e quindi anche più dati e più certezze sul vostro problema.

Rivolgetevi sempre a personale affidabile, diffidate da chi vi promette prezzi troppo bassi, o da chi vi promette grandi riparazioni a costi esorbitanti. La soluzione al vostro problema sta nel poter parlare con persone che vi fanno capire il problema; se potete, verificate l’attendibilità dal sito aziendale, i partner e le referenze! Noi di GlobalNet, per mestiere, preparazione ed esperienza specifica, risolviamo problemi e ci adoperiamo anche in situazioni di emergenza per trovare la risposte migliore. Senza mai lasciarvi da soli, anche dopo che il problema è stato risolto, perché solo così si crea la vera affidabilità, di cui siamo giustamente orgogliosi.

Holiday Working – Le nuove frontiere del settore ricettivo

La pandemia diffusa nel 2020 e nel 2021 ha cambiato le abitudini delle persone e le modalità di lavoro. Molti dipendenti, ad esempio, si sono abituati a lavorare in modalità smart working e alcuni stanno pensando di optare per lavorare anche in vacanza; o meglio, stare in una località di vacanza mentre si lavora.  

La formula holiday working consente di abbinare le due cose e già diversi studi mostrano che gli italiani stanno iniziando a fissare le vacanze sapendo che potranno dedicare qualche ora della loro giornata al lavoro. Cosa serve per questo?  

Una connessione internet veloce e stabile. 

Se già il wifi era disponibile in molte strutture ricettive, adesso i “turisti lavoratori” hanno bisogno di qualcosa in più e occorre organizzarsi per contrastare la concorrenza e per attrarre clienti anche in questa nuova interessantissima tipologia di target. 

Le strutture che si stanno organizzando in questo senso, stanno già fiutando l’affare, intercettando un trend che forse era già in corso – quello degli smart worker – ma che la  pandemia ha accelerato 

Il nostro consiglio? Affidatevi a fornitori che vi propongano una soluzione veramente sicura, con due connessioni, una via cavo e l’altra wireless. Per quale motivo, due connessioni? Per garantire il servizio anche se una connessione salta temporaneamente. Le strutture che utilizzano questa soluzione garantiscono una connessione continua, che si traduce in un ottimo servizio e un cliente soddisfatto!  

Non affidatevi ad una sola rete internet per risparmiare. Se il vostro cliente avrà problemi di connessione per colpa vostra, non sarà invogliato a restare e vi farà cattiva pubblicità. Volete che accada tutto questo? 

GlobalNet consiglia di informarsi e chiedere informazioni a riguardo. La soluzione giusta per te potrebbe essere Global Unico!  

Per l’ambiente, pensa globale

GlobalNet aderisce al progetto Treedom

L’obiettivo di GlobalNet è di migliorare le telecomunicazioni della tua azienda, con la massima sicurezza e la massima qualità; ma non ci limitiamo alle sole comunicazioni fra persone, come la telefonia o le conference call, ma anche a tutti i trasferimenti di dati e la loro archiviazione, di qualunque dimensione. Con questo obiettivo, utilizziamo le migliori tecnologie disponibili e incrementiamo il livello di digitalizzazione della tua azienda, facendoti risparmiare tempo e risorse. Digitalizzare la tua impresa, può renderla più efficiente.

Ma anche più ecocompatibile.

Questo perché le nuove macchine consumano meno, a parità di prestazioni e funzionalità, e molte attività che prima erano forzatamente in presenza, adesso possono essere risolte agevolmente a distanza. Una videoconferenza, ad esempio, permette di risparmiare i costi (e l’inquinamento) necessari al trasferimento fisico; e una “call” può essere fatta a qualunque distanza, magari connettendosi con la Nuova Zelanda o un satellite geostazionario. Mandare un progetto, anche con file molto “pesanti”? Non ci sono praticamente limiti. Anche lo Smart Working può dare i suoi vantaggi in termini ambientali.

Ma non basta.

Per questo, adesso, GlobalNet aderisce al nuovo progetto Treedom for Business, per piantare nuovi alberi in tutto il mondo e contribuire così alla riduzione di emissioni di CO2 attraverso la qualità dell’ambiente. E, in questo progetto, non siamo soli: fra la altre aziende che partecipano, ci sono Samsung, Toyota, Timberland, H&M e mille altre. Con una donazione contenute, si dà l’opportunità di far crescere un albero ad un contadino o ad una azienda agricola di 17 paesi del mondo.

I numeri del progetto Treedome finora:

Alberi piantatiTonnellate di CO2  assorbiteAgricoltori coinvoltiAziende coinvoltePaesi dove si trovano gli alberi
1.946.792531.136,15114.5175.53517

*Dati al 29 aprile 2021

La volete piantare?

Noi abbiamo creato Global-Tree, una piccola foresta di 200 alberi, in 5 paesi del mondo. Ogni albero è contraddistinto da un codice univoco, che racconta la sua posizione, la sua storia, la sua specie – dal caffè al baobab – e il suo stato di crescita; ed ogni codice è stato donato ad uno dei nostri clienti e collaboratori, in modo che ne possano apprezzare l’impegno ma anche diffondere la notizia e, se vogliono, accrescere la foresta con uno o più alberi, oppure anche creare una nuova foresta.

Questi i numeri della nostra Global-Tree, di cui siamo piuttosto orgogliosi:

Alberi piantatiTonnellate di CO2  assorbitePaesi dove si trovano gli alberi
20065  5

*Proiezione dati ad aprile 2021

Insomma, per migliorare il futuro del nostro pianeta, un albero fa sempre bene. Noi abbiamo cominciato a mettere i nostri semi nel terreno e siamo certi che un mondo più sostenibile metterà radici. Piantateli anche voi.

Ristorazione ed evoluzione digitale

Nel 2020 il settore della ristorazione è stato duramente colpito dalla pandemia e i ristoratori sono stati costretti a periodiche chiusure forzate. Anche lo smart working ha inciso sulla presenza dei clienti, molti dei quali abitualmente pranzavano fuori casa, poi legati ai delivery. Chi ha potuto, ed è stato previdente, si è adeguato riorganizzando il lavoro utilizzando nuovi modelli business basati sulla tecnologia digitale.

Ma come si presenta la situazione attuale? Siamo pronti al cambiamento digitale? La risposta è sì! Il Covid 19 ha dato una grande spinta alle soluzioni digitali e sempre più ristoratori si sono adeguati. I clienti, dopo le difficoltà iniziali, sono diventati sempre più favorevoli alle innovazioni che hanno reso tutti più più comodo e veloce.

I punti di forza del cambiamento digitale sono: il menù digitale, le prenotazioni online e il food delivery.

> Il menu digitale

Perfetto per garantire la massima igiene, magari con l’utilizzo del QR, scegliendo dal proprio cellulare. Inoltre, il menù digitale migliora anche il modo di lavorare dei ristoratori, con un servizio più veloce e con procedure ottimizzate e più fluide. Non solo: il menù digitale è aggiornabile in tempo reale e può essere subito tradotto in più lingue.

> Prenotazioni online

Internet non consente solo di promuovere il proprio ristorante, ma ha anche semplificato attività come la prenotazione online con un semplice click. Fissare un tavolo è diventato facilissimo, si conosce subito la disponibilità ed è semplice anche disdire o restare comunque in contatto.

> Food Delivery

Il cibo da asporto o la consegna a domicilio sono sempre più semplici e funzionali soprattutto grazie alle tecnologia e, insomma, interagire con la propria clientela è diventato facilissimo e velocissimo. Il delivery è un ottimo servizio a cui il ristoratore si può affidare perché dà la possibilità di allargare sensibilmente la propria utenza.

Il digitale ha creato un’enorme opportunità di mercato per tantissimi esercizi grandi e piccoli. GlobalNet è attiva con l’innovazione digitale anche per il settore della ristorazione, con termoscanner e servizi di connettività in fibra ottica di ultima generazione, stabilissime e veloci, e centralini in cloud, per comunicare agevolmente con clienti, fornitori e collaboratori. Oltre, naturalmente, a tutti i servizi classici, dai sistemi antintrusione agli antivirus con firewall.

GlobalNet; l’innovazione “al dente”.

Digitalizzazione: non basta premere un pulsante

Se si parla di trasformazione digitale, vengono in mente connessioni, cavi, software, computer, antivirus, cloud, robot e macchinari automatizzati e intelligenti; ma, si solito, si tende a dimenticare il fattore umano.  

Tutto il personale di un’azienda, dai dipendenti al titolare, sono invece parte integrate del processo di digitalizzazione e il cambiamento dal punto di vista psicologico e attitudinale può essere rilevante. Nessun’azienda può sfruttare tutti i vantaggi della tecnologia senza dare un’adeguata formazione al proprio personale, che comprende anche nuovi obiettivi, competenze e abitudini.  

I cambiamenti, inizialmente, possono generano disagio. Basti pensare ad un anno fa con tutte le difficoltà, in regime di pandemia, di lavorare da casa e, a un anno di distanza, scoprire che i dipendenti non solo si sono abituati allo smart working, ma sembra che lo preferiscano rispetto alla presenza fisica in azienda.  Considerare il punto di vista e le esperienze dei dipendenti è utilissimo perché porta all’ottimizzazione dei progetti, alla riduzione dei costi e alla soddisfazione di personale e clienti .  

La digitalizzazione è un’opportunità reale di migliorare il lavoro e la qualità della vita in azienda, quindi, ma deve essere condotta a tutti i livelli, non ultimo quello del coinvolgimento pieno delle risorse umane, con nuove competenze, nuove formazioni e un rinnovato flusso di lavoro. Ad oggi, però, solo il 20% delle aziende ha virato decisamente verso la digitalizzazione a tutto campo. 

Le sfide del lavoro e della società impongono un change management adeguato e olistico. Non basta acquistare un macchinario e premere un pulsante: occorre anche sapere quale pulsante premere… 

Chiedete a GlobalNet.

Il software più importante del tuo sistema operativo? L’antivirus!

I virus informatici si comportano come i virus in natura: infettano e si trasmettono se le difese non sono adeguate. La protezione informatica è molto importante perché i virus possono colpire i terminali e PC, pagine web, indirizzi email, chiavette USB, smartphone, SMS e anche oltre.

Esistono tantissime tipologie di virus – come malware, spyware, pishing, ransomware, trojan – e ognuna di esse può entrare nel sistema operativo e intercettare credenziali e password; nei peggiori dei casi, bloccano i pc e si prendono tutti i dati sensibili. Recentemente, con la crescita dello smart working,  i casi di hackeraggio sono aumentati a dismisura, e i singoli dipendenti sono sempre più soggetti ad attacchi. Se un attacco ha successo, l’azienda rischia di fermarsi e non è in grado di produrre. Questo significa perdite reali di denaro, ma anche problemi legali per non aver protetto i dati di dipendenti, clienti e fornitori.

Ebbene sì: le aziende hanno anche responsabilità penale a riguardo.  E gli hacker possono anche chiedere un riscatto con la minaccia di divulgare informazioni sensibili.

Creare un sistema di difesa dai virus e dai cybercriminali non è solo un consiglio facoltativo, ma è doveroso per salvaguardare la propria azienda; in qualche modo, non sono diversi da normali porte e cancelli chiusi a chiave negli edifici per impedire l’accesso a ladri e malintenzionati.

In commercio ci sono una miriade di antivirus, alcuni anche gratuiti, forse adatti ad uso privato, ma non garantiscono lo stesso livello di sicurezza di quelli professionali. Globalnet fornisce ai propri clienti un antivirus di nome Fortinet, dotato dotato di un doppio livello di scansione, firewall, filtri anti-pishing, protezione antitruffa e altre funzioni di cui sono sprovvisti gli antivirus gratuiti. È uno è tra i migliori sul mercato e consente di mettere in sicurezza tutta la rete aziendale. Unito a l’utilizzo di VPN studiate per il business, la rete dell’azienda e quelle domestiche dei dipendenti sono più che protette.

Vuoi saperne di più? Chiedi a GlobalNet.

Acquistare o Noleggiare? Questo (non) è il problema

La trasformazione digitale sta rivoluzionando il mercato a grande velocità e le aziende, in un contesto sempre più digitalizzato e competitivo, spesso non sanno quale strada intraprendere: conviene di più acquistare o noleggiare le tecnologie? In passato avremmo dato per scontato la prima. Oggi, senza dubbio, il noleggio è la migliore soluzione.

Grazie alla tecnologia abbiamo un aumento di produttività, efficienza e continuità operativa. Le piattaforme cloud, gli hardware, i software sono in continua evoluzione e necessitano di continui aggiornamenti, revisioni e upgrade; soprattutto, in evoluzione, è la sicurezza informatica e la sua forza sta nel monitorare e bloccare le minacce attraverso sistemi che siano sempre un passo avanti.

Con i prodotti, strumenti, macchinari acquistati, si rischiano subito problemi di obsolescenza, con un prodotto che dopo breve può risultare già superato. Il noleggio, invece, consente di utilizzare un bene di ultima generazione, sempre aggiornato, sostituibile se difettoso o sciupato, con assistenza e manutenzione compresa nel canone. E, una volta scaduto il contratto, tutto si rinnova in base alle reali esigenze del futuro. Il noleggio, non comporta l’uscita di molta liquidità e i costi sono distribuiti in base ad un canone mensile. Inoltre, il sistema è flessibile e scalare e si adatta  alla crescita, o alla contrazione, dell’azienda.

Abbattimento dei costi gestionali, deducibilità integrale, nessun appesantimento patrimoniale da immobilizzazioni, e un pacchetto di soluzioni che comprendono anche server, dispositivi networking, sistemi antintrusione, video sorveglianza e altri strumenti IT.

Vuoi saperne di più? GlobalNet!

Finanziamenti a fondo perduto per la digitalizzazione delle PMI

Finalmente una buona notizia: sono in corso i finanziamenti per le aziende che vogliono compiere una transizione verso la digitalizzazione, con investimenti a fondo perduto per sostenere progetti di innovazione tecnologica.

La Camera di Commercio di Firenze ha pubblico il nuovo bando per l’erogazione di voucher digitali, destinati a quelle aziende che intendono digitalizzare la propria attività. Il bando è retroattivo, per cui sarà possibile presentare anche le fatture emesse dal 1° gennaio 2021. I finanziamenti coprono fino al 70% delle spese, per un massimo di  6.000 euro finanziati.  Cosa può essere compreso fra i progetti?

  • Sistemi informativi e gestionali. Soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • Sistemi di Cyber Security e Business Continuity
  • Impianti di Connettività 
  • Sistemi in cloud, fog e quantum computing
  • Strumenti per Big Data e Analytics
  • Sistemi per lo Smart Working

La digitalizzazione permette di adattare tutti i processi aziendali, ottenendo il massimo rendimento dai servizi e dai prodotti tecnologici, in modo da realizzare upgrade di sistemi di comunicazione e organizzazione. Un processo importante soprattutto per le piccole e medie aziende che devono muoversi in un mercato sempre più caratterizzato da cambiamenti. Non si tratta, quindi, di una spesa superflua, ma di un vero e proprio investimento nella competitività, sia locale, sia internazionale.

Per capire a che punto siete con il processo di digitalizzazione, guardatevi intorno. Cosa vedete? Armadi strapieni di faldoni e scrivanie sommerse dai fogli? Telefoni che non funzionano e reti che saltano? Approfittate degli incentivi per migliorare la vostra rete sfruttando la fibra, passate al centralino in cloud Digikoll per gestire le chiamate, utilizzate i software come Microsoft 365 e organizzate videoconferenze con GoToMeeting. E per concludere, tenete tutto al sicuro affidandovi alla sicurezza gestita di Global Security.

Vi posso dare un consiglio? Valutate l’ipotesi di avere tutti i vostri documenti ben archiviati, con scrivanie libere, senza neanche un faldone a giro, e tutto gestito dal computer della sede oppure, da casa, in modalità smart working.  Approfittate dei finanziamenti per passare a Global Unico, un pacchetto di soluzioni evolute per le telecomunicazioni, con un interlocutore unico per tutte le esigenze di telefonia fissa, internet, reti interne, sicurezza digitale, business continuity. Il risultato? Un risparmio concreto di tempo, stress e denaro, e l’opportunità di concentrarvi sul core business del vostro lavoro.

Volete sapere come entrare nel futuro con un finanziamento? Contattate GlobalNet