Comunicare con i Walkie-Talkie: come scegliere?

Dovete scambiare informazioni riservate?

Se avete una organizzazione o un’azienda che ha bisogno di totale riservatezza e di un canale radio esclusivamente dedicato alle vostre attività, avete bisogno di un sistema PMR (Professional Mobile Radio o Private Mobile Radio). I canali a disposizione dei Walkie-Talkie sono assegnati dal Ministero dello Sviluppo Economico, con una specifica frequenza. Sono progettati per funzionare anche in condizioni di uso molto difficili.

Dovete scambiare comodamente molte informazioni?

Se adottate il sistema PMR 446 – dove PMR vuol dire per Personal Mobile Radio e 446 sta per MegaHerz – potete avere accesso senza la necessità di occupare in esclusiva una banda di comunicazione. Si tratta di una serie di frequenze dette ultra larghe (UHF) aperte ad un utilizzo collettivo privato. Praticissime da utilizzare, ma sappiate che qualcuno può sempre restare in ascolto, senza infrangere alcuna legge.

E ricordate sempre. In un mondo in cui la tecnologia della comunicazione è in continua evoluzione, una cosa è rimasta costante: non c’è sostituto per la voce.

Scacco Matto ai Ransomware

I ransomware, non si possono vedere né toccare ma sono lo stesso pericolosissimi. Se riescono a entrare nella tua azienda, come il famoso Cavallo di Troia, possono farti perdere tutto in poche mosse. Cosa fare per non andare sotto scacco? Usa i tuoi pezzi migliori! 

I TUOI SOLDATI

  • I tuoi dipendenti devono avere un’adeguata formazione sulla sicurezza informatica: conoscere i rischi, saper come reagire, individuare email sospette, segnalare comportamenti sospetti, sono tutte mosse fondamentali  

LA TUA DIFESA

  • La tua azienda deve assolutamente dotarsi di Firewall con sistemi avanzati come Fortinet dotato di NGFW in grado di riconoscere e bloccare le minacce da qualunque distanza.

Walkie-Talkie: comunicazione diretta e affidabile, anche in caso di emergenza

Vi ricordate i Walkie Talkie? Sicuramente ci avete giocato da bambini e qualcuno di voi potrebbe averli anche usati a livello amatoriale. Ma le loro potenzialità sono tutt’altro che ludiche: un utilizzo professionale è sempre attuale e la loro affidabilità è altissima. Le radio ricetrasmittenti bidirezionali portatili sono estremamente utili in diversi ambiti, dovunque sia necessaria una completa mobilità. In qualche caso, sono strumenti ad alte prestazioni e adottati in aziende molto grandi e con numerosi dipendenti, come al chiuso nei grandi centri di distribuzione (Amazon o le GDO) e ospedali, o in spazi aperti dove tutto è in movimento, come cantieri edili, imprese agricole, o persino in tutte quelle condizioni dove restare in contatto diretto con le persone non è solo comodo e veloce, ma rappresenta un salva vita, come le radio ricetrasmittenti delle forze dell’ordine, della protezione civile, dei vigili del fuoco e altri ancora.

 I Walkie-Talkie sono immediatamente operativi e la portata può essere estesa mediante un ripetitore. Negli anni sono diventati strumenti digitali (DMR), con caratteristiche che consentono di utilizzare due gruppi di conversazione per frequenza, con GPS integrato, possibilità di invio messaggi di testo, ricevitori di allarme, collegamenti a macchinari o altre funzioni ancora. Possono essere utilizzati con licenza, su frequenze esclusive e dedicate, o senza licenza, su frequenze accessibili a tutti.

Sono infiniti gli ambienti e i luoghi di lavoro  dove la sicurezza sul lavoro dipende anche da comunicazioni efficaci e dove i Walkie-Talkie sono alleati perfetti.

DMR MOTOTRBO è un sistema di comunicazione evoluto, derivato dai Walkie-Talkie, che aggiunge la connessione internet per ampliare la copertura, ed è raggiungibile anche da zone geograficamente diverse o, nella stessa area, senza l’utilizzo di dispositivi aggiuntivi, con performance elevate, alta efficienza e completa scalabilità.

Se hai molti dipendenti, che lavorano in luoghi dove il rischio di perdersi o farsi del male è alto, restare in contatto è di vitale importanza. Oppure se si lavora in ambienti rumorosi o silenziosi e si necessita di scambio dati in tempo reale, anche in formato diverso dall’audio, siamo in grado di fornirti il dispositivo giusto per connettere il tuo team e gestire l’intera operazione, mantenendo regolare l’attività senza intoppi.

Se ti abbiamo incuriosito ma, soprattutto, se vuoi rendere la tua azienda più efficiente e tutelare i tuoi dipendenti da possibili incidenti del lavoro chiama Globalnet o richiedi una consulenza gratuita sul prodotto che fa al caso tuo.

Come ce l’hanno fatta 75 imprenditori italiani

Uno dei libri di maggior successo nel settore delle guide per gli imprenditori (oltre 30.000 copie vendute), torna nella nuova edizione – l’Atto V – aggiuntiva alle altre, con nuove idee, nuovi spunti e nuovi imprenditori della Community OSA che portano la propria esperienza al servizio del Sistema Italia delle imprese, con consigli utili, aggiornamenti fondamentali e tante piccole regole che hanno mostrato di essere performanti.

Fra le conferme dalla scorsa edizione, c’è anche il nuovo capitolo di Alessio Angioli dedicato alla Digitalizzazione per le Imprese, con una serie di considerazioni e indicazioni elaborate lavorando in questo preciso settore, sperimentando direttamente cosa funziona veramente e cosa sia utile per le diverse realtà, che hanno esigenze diverse e spesso molto particolari.

Prima di tutto, dovete pensare alla Digitalizzazione come un processo che riguarda principalmente le persone e le loro abitudini, e non solo la tecnologia (comunque necessaria per i cambiamenti in corso in tutto il mondo del lavoro). Per questo, il capitolo di Alessio Angioli aggiunge un tassello importante ad un’opera corale – un libro di imprenditori per imprenditori – che vi porterà a riflettere, valutare e migliorare il vostro approccio alla vostra azienda.

Potete trovarlo qui!

Cookie: cosa sono e come mettersi in regola (se ancora non lo avete fatto)

È da luglio 2021 che sono entrate in vigore le nuove linee guida sull’uso dei cookie e degli altri strumenti di tracciamento e avete avuto sei mesi per aggiornare la policy del vostro sito. Dunque, vi resta circa un mese… 

Li usano praticamente tutti i siti, ma sapete davvero cosa sono? Forse è utile partire dalle basi. I cookie sono piccoli file inviati da un webserver al browser dell’utente di un sito. Quando l’utente si collega per la prima volta ad un sito, i cookie sono inviati e memorizzati sul PC e ritrasmessi al server ogni volta che ci si collega allo stesso sito. Lo scopo è quello di semplificare le procedure online, come l’accesso alle aree riservate o personalizzate del sito e, nei fatti sono molto comodi e pratici per tutti gli utenti. Però, i cookie, anche se non contengono dati personali, rendono tracciabile il profilo dell’utente tramite il suo user ID. Incrociando e tracciando nel tempo il profilo dell’utente, si ottengono informazioni sempre più dettagliate. Ed è per questo motivo che è sorta l’esigenza di rafforzare il potere decisionale dell’utente riguardo all’uso dei propri dati.  

Quando si accede ad un sito per la prima volta, deve comparire un banner in cui l’utente dovrà esser adeguatamente informato e messo in condizione di decidere se accettare o meno l’installazione dei cookie. Secondo le linee guida del Garante della Privacy, dovranno essere rispettati tutti i requisiti previsti e allo stesso tempo il titolare dovrà sempre motivare le proprie scelte e dimostrare di aver agito in modo permesso rispetto a quanto affermato nell’ottenimento del consenso. 

I cookie sono classificati in: 

Cookie analitici di prima o terza parte: utilizzati per misurare il traffico di un sito, vedere il numero di visitatori o verificare se un prodotto stia avendo successo. Le prime parti sono i proprietari del sito, le terze parti sono tutti coloro che possono accedere ai dati, come analisti ed esperti di marketing, per valutare e implementare il servizio. L’accettazione necessita di consenso esplicito. 

Cookie tecnici: sono necessari e sono utilizzati solo per creare il collegamento tra browser utente e web server. Per questo motivo, non necessitano di acquisizione del consenso.  

Cookie di profilazione: sono utilizzati per la raccolta di informazioni personali e sul comportamento, al fine di fornire all’utente un servizio personalizzato. In questo caso, occorre dare consenso esplicito da parte dell’utente. 

Le nuove indicazioni del Garante impediscono modalità automatiche di accettazione, come la conferma tramite il semplice “scroll” di pagina, e normano con più precisione anche il Cookie Wall ovvero la non apertura del sito in mancanza di accettazione dei cookie. 

Se non sapete a chi rivolgervi nell’adeguamento dei vostri siti chiamate GlobalNet Italia!

Attacchi informatici: l’Italia è quarta tra paesi più colpiti

La classifica pubblicata da Mandiant, società del gruppo FireEye che si occupa di sicurezza informatica, ha evidenziato quanto l’Italia non sia sufficientemente organizzata in ambito di cybersecurity. Nell’ultimo anno, abbiamo subito numerosissimi attacchi, tanto da portarci al quarto posto tra i paesi che hanno subito più attacchi ransomware, dietro a Regno Unito, Francia e Germania. Lo stesso studio ha rilevato un +422% nel periodo di febbraio 2020 – maggio 2021 in tutta l’area Emea (Europa; Medio Oriente; Africa).

I settori presi di mira sono soprattutto quello manifatturiero, al primo posto, i servizi legali e professionali, seguiti da retail e industria ingegneristica. Nel settore manifatturiero, gli hacker bloccano la produzione e, con effetto domino, fermano gli approvvigionamenti fino al consumatore finale. Gli hacker sanno bene che le aziende non possono permettersi di rimanere ferme e sono costrette a pagare subito in caso di attacco.

Risultati molto preoccupanti. Il personale non è sufficientemente preparato per riconoscere le minacce e ransomware e le aziende non sono adeguatamente protette dagli hacker. Si tratta di un grande problema che sta cominciando ad essere affrontato dal punto di vista internazionale e politico, con la nuova agenzia italiana per la cybersecurity, ma urge la necessità di contrastare questo fenomeno anche dalle base. Anche le imprese e i lavoratori devono mettere in atto tutti quei provvedimenti di protezione e gestione degli incidenti.

Come? Chiama GlobalNet e ti diremo cosa fare.

AQUILA ENERGIE SPA

Aquila Energie utilizza i servizi di telecomunicazione forniti da GlobalNet da ormai oltre 10 anni. In questi anni l’azienda ha cambiato completamente pelle e di conseguenza sono cambiate le esigenze, prima fra tutte quella di essere in linea con l’evoluzione tecnologica nel settore. 

In questo scenario, GlobalNet è sempre stata al nostro fianco prestando un servizio di assistenza puntuale e competente della nostra infrastruttura ma, soprattutto, affiancandoci e a volte precedendoci nel processo di selezione delle tecnologie, prodotti e servizi rispondenti alle mutate richieste del nostro lavoro. Un percorso che ci ha portati in pochi anni da un modello basato su telefono e server interni ad uno che ci vede oggi utilizzare linee in fibra dedicate e una architettura completamente in cloud che, fra l’altro, ci ha consentito di affrontare in maniera lineare e affidabile le sfide dell’ultimo anno permettendoci di remotizzare l’intera azienda in giorni. 

Michele Petraccone (Responsabile Sviluppo Rete) 

AQUILA ENERGIE SPA – Firenze 
www.aquilaenergie.it 

SPORTIME SNC

Siamo clienti Global net da poco più di un anno, e, per il servizio riscontrato, possiamo dire di essere più che soddisfatti. 

Nel corso di questo primo anno, abbiamo potuto constatare di persona che, dietro ad una grande azienda, ci sono sempre grandi persone, e non potrebbe essere diverso. 

Da quando utilizziamo il vostro centralino, e navighiamo con la vostra rete, fruiamo di un servizio migliore, soddisfacendo al meglio e più velocemente anche le richieste dei nostri clienti, passandoci, ad esempio, le chiamate da un punto vendita all’altro o, avendo una connessione più stabile e sicura. 

Quando abbiamo avuto difficoltà nella navigazione o più semplicemente dopo aver installato il vostro centralino – e abbiamo avuto bisogno di una mano nell’utilizzo dello stesso – il vostro servizio clienti ci ha sempre supportato, anche in orari/giorni in cui non ti aspetti questo servizio. 

Con Global net non ti senti un numero, come spesso accade con i gestori di telefonia abituali, ma ti senti sempre seguito, e, sapere che dietro a questo servizio, ci sono persone competenti e serie di questi tempi fa molto piacere. 

Consiglio questi professionisti a tutti quelli che, insoddisfatti dei soliti gestori che promettono mari e monti, ma che difficilmente mantengono quanto promesso, vogliono fare un cambiamento di qualità, nella certezza che, anche quando si presentano problemi, ci sono sempre persone che professionalmente sanno quello che fanno e, si preoccupano di darti un servizio al top. 

Grazie ancora. 

Donatella Dongellini 

SPORTIME SNC – Imola 
www.sportimeimola.it  

CHIANTI ESTATES SRL

GlobalNet ci ha persmesso di fare un upgrade della connessione fissa e ci forniscono tutta la migliore assistenza. Ci  hanno  colpito la reperibilità, l’efficienza e il servizio “su misura”, perché hanno sempre garantito referenti fissi e abbiamo potuto stabilire un rapporto di vera fiducia. Rispetto ai provider classici, li consigliamo praticamente a tutti! 
Semplicemente, volevo aggiungere grazie per la disponibilità! 

Paolo Giglioli (Property Management Assistent di Firenze) 

CHIANTI ESTATES SRL – Firenze e Radda in Chianti (SI) 
www.chianti-estates.it