Centralino virtuale o in cloud

Prima parte: cosa è

Virtual PBX, Cloud PBX, Centralino virtuale VoIP… Esistono diversi modi per indicare il servizio di telefonia aziendale in cloud che si sta rapidamente diffondendo anche in Italia. Soppianta i centralini tradizionali in linee ISDN e analogiche, con significativi aumenti di funzionalità e risparmio nei costi, ma soprattutto è adatto alle nuove modalità di lavoro agile e di collaboration: rappresenta quindi la nuova frontiera della telefonia fissa professionale.  

Che cos’è un centralino virtuale (in cloud) e a cosa serve 

Un centralino telefonico virtuale o VirtualPBX (Private Branch Exchange) si avvale del protocollo Internet o VoIP (Voice over Internet Protocol) per far transitare il traffico telefonico, sia in ingresso che in uscita.  Ormai anche in Italia, come rileva l’Osservatorio sulle comunicazioni di AgCom nel periodo 2014-18, si registra, un calo negli accessi alla rete fissa in rame del 58%, pari a una flessione di 7,5 milioni di linee, e le aziende sono quelle che maggiormente spingono questo cambiamento.  

In questo momento i grossi gestori nazionali di telefonia tendono a non dare il VoIP direttamente alle aziende ma di trasformarlo ancora in tecnologia tradizionale RTG (Rete Telefonica Generale) o ISDN e questo sta frenando spesso il cambiamento per quanto riguarda le centrali telefoniche IP e in Cloud. 

Nei centralini VoIP più diffusi, i cosiddetti stand-alone, cambia il protocollo rispetto ai centralini digitali “tradizionali” e tutto va in rete Lan via Voip, ma l’apparato a cui connettere i terminali deve essere comunque installato fisicamente in loco, cioè in modalità on-premise. 

Il Cloud PBX è una virtualizzazione del sistema con una parte hardware limitata ai telefoni e agli adattatori Voip; il servizio, in senso stretto, si trova al di fuori degli uffici. Questo permette una ridurre i costi di installazione, manutenzione e assistenza, con un canone mensile comprensivo di tutto, dagli aggiornamenti alle nuove funzionalità inserite nel tempo. 

Funzionalità di un centralino virtuale 

Il centralino in cloud offre una serie di possibilità che derivano dalla CTI (Computer Telephony Integration), che uniscono le prestazioni del computer a quelle del telefono; è possibile, ad esempio, usarli indifferentemente per ricevere ed effettuare chiamate, ma anche per usare applicazioni dette softphone. Accanto alle funzionalità tipiche di un centralino “digitale”, quali smistamento e segreteria telefonica (voice mail), ne esistono altre che il centralino virtuale mette solitamente a disposizione. Rientrano fra queste: IVR (Interactive Voice Response), risponditore automatico con dirottamento preimpostato 

deviazione chiamate anche a cellulare 

gestione delle code e routing intelligente verso altri interni o segreteria 

fax server (virtual fax machine) e fax in e-mail 

storico del traffico o CDR (Call detail records) 

programmazione di black list e di white list 

impiego del numero identificativo senza vincolo di prossimità agli uffici o agli stabilimenti 

convergenza di telefono fisso, smartphone e email in chiave UC (Unified communications) 

supporto alle videoconferenze 

video chiamate 

integrazione con CRM e altri database che contengono liste di contatti e anagrafiche 

possibile ampliamento con strumenti di chat e instant messaging 

Una nuova telefonia per le aziende del futuro 

Con questa nuova tecnologia si passa quindi dal vecchio concetto di scrivania-telefono-pc ad una nuova concezione dove ci sono una pluralità di device e la libertà di scegliere la postazione telefonica (scrivania-casa-mobile). 

Il centralino cloud è una parte fondamentale della digital transformation e permettono gestire lo smart working, in cui l’attività da remoto tende ad assumere i contorni della normalità e non più dell’eccezione rispetto alla regola. Le piattaforme UC (Unified Communications) diventano essenziali per la loro capacità di far convergere la comunicazione verso lo stesso individuo, a prescindere dalla sua ubicazione fisica. 

Si supera il concetto di interno telefonico associato alla postazione di lavoro fissa ma si passa a parlare di utente e la suite di device, con software abbinati, con funzionalità molto avanzata come l’Hot Desking, cioè la possibilità di poter accedere al proprio profilo utente dovunque e con qualsiasi dispositivo, il SIP Forking, che abilita più device a ricevere la telefonata, o la funzione di Conference Room nella quale si entra non aprendo una porta, ma semplicemente componendo un numero. 

Con un centralino cloud si ottiene quindi mobilità ed estrema flessibilità, con funzionalità uniformi per i dispositivi mobili e fissi e con l’aggiunta di modalità di interazione evolute, come chat e video. 

vantaggi del Centralino in cloud 

  • Non va acquistato 
  • È ideale per le comunicazioni tra sedi dislocate. 
  • È  modulare e scalabile sulle esigenze: libere riduzione o aumenti di interni e linee telefoniche  
  • Permette di attivare, oltre alle funzioni base, numerose funzioni evolute 
  • Non diventa mai obsoleto le funzionalità sempre al top della tecnologia 
  • Non ha nessuna spesa iniziale: non serve hardware per utilizzare il nuovo centralino 
  • Non accadono guasti hardware 
  • Basta un solo centralino per tutte le sedi e gli uffici  
  • Nessun costo extra per gli aggiornamenti 

Per saperne di più, clicca qui

Recommended Posts